L'oleificio

L'attività artigianale della famiglia Morani inizia nel 1896 quando il bisnonno Morani Nicola fonda la prima officina a Toscolano.

Con il figlio Antonio, saranno per quasi novant'anni punti di riferimento come rappresentanti e manutentori per le cartiere e i frantoi di tutto il Lago di Garda.

Nel 1956, Antonio con il figlio Nicola, allora sedicenne, decidono di affiancare all'impresa di fabbri meccanici una seconda attività, (allora di carattere stagionale), la molitura delle olive.

A bordo della loro Benelli 500 (all'epoca unico mezzo di trasporto della famiglia) intrapresero un viaggio in Valtenesi alla ricerca di un paese ancora sprovvisto di un frantoio.

La scelta ricadde su Polpenazze.

Affittata una vecchia cantina, stipulato il contratto il 4 novembre 1955, lavorando giorno e notte, recuperando macchine usate provenienti da precedenti compravendite, il 25 dello stesso mese il frantoio era in funzione per la sua prima campagna olearia.

Da allora, grazie alla sempre crescente stima della popolazione locale e limitrofa, il lavoro e l'azienda sono andati via via crescendo, e dal 1977 con la costruzione del nuovo insediamento in via dei ronchi, si è passati dall iniziale pressa abbinata ad un frantoio, alle attuali sette presse abbinate a due frantoi, che riescono annualmente a soddisfare le esigenze degli attuali 2500 conferitori locali.

L'attività continua con i figli di Nicola, Alessandro e Daniele, che nonostante il tempo passi amano conservare e preservare la tradizione, sia per quanto riguarda il metodo di lavoro sia per quanto riguarda tutti quegli oggetti e macchinari che hanno fatto la storia della loro famiglia.